"Voglio rifugiarmi sotto il Patto di Varsavia/voglio un piano quinquiennale, la stabilità". E per chi alla Tav preferisce la Transiberiana Torino-Vladivostok

среда, мая 10, 2006

"Sapesse contessa... com'è bello il Festival Internazionale della Canzone di Lotta e della Solidarietà Socialista"!

«Lasciamo il marzo ai sanremisti di melassa e riappropropriamoci del maggio francese!» Questo è stato il grido di battaglia che ha animato il cervello e le corde vocali dell'intellighenzia musical-rivoluzionaria subalpina, che ha deciso di sfidare il festival dei fiori (marci), proponendo un contro-festival-disobbediente tutto flanella, tavernello e barbe incolte in onore dei sempreverdi e sempreosannati "cuccioli del maggio" di quasi quarant'anni or sono. Il suo nome è "Festival Internazionale della Canzone di Lotta e della Solidarietà Socialista" e ha preso il via il primo del mese, in omaggio, manco a dirlo, alla classe lavoratrice, presso la ridente località lacustre di Avigliana: un mese (!) fitto di programmi, dibattiti morettiani e ovviamente performance canore, tutto in rigorosa diretta quotidiana sull'ammiragliesco Canale Stella Rossa. E ce n'è per tutti i gusti e per tutti i timpani. Infatti, i nipotini canterini del vecchio Stalin sono stati divisi in varie sezioni in base alle proposte musicali: si parte dalla categoria "Cantautore-italiano-scomodo-impegnato-con-chitarra-mai-stato-a-San Remo" che vede la partecipazione dei vari Francesco Guccini, Antonello Venditti, Francesco De Gregori, Claudio Lolli et similia, per passare alla categoria "Gruppi-socialmente-impegnati-w Cuba-tutti-fratelli" come Nomadi, Jovanotti, Manu Chao, Bandabardò e Modena City Ramblers, attraverso la categoria "Gruppo-spacchiam-tutto-ma-terribilmente-trendy" con esponenti quali Punkreas, Linea 77 e Ska-P. Oppure categoria "Gruppo-radical-chic-sinistrorso" coi Subsonica, Africa Unite e Negramaro o ancora "Gruppo-solo-ganja-e-sorrisoni" come Sud Sound System e Pitura Freska. O ancora categorie "Gruppo-centro-sociale-spacchiam-tutto-davvero" con Assalti Frontali, 99 Posse, Los Fastidios etc., o ancora "Coristi-mondine-canti-popolari" con presenze di coristi nostalgico-sovietici, associazioni di mondine a go-go e bande di paese di mezza penisola italica. E poi super-ospiti di rilievo: il cantautor-tzigan-punkettone Gogol Bordello, il ritorno degli inossidabili Inti-Illimani e direttamente dall'Emilia paranoica gli Offlaga Disco Pax e soprattutto la reunion eccezionale dei Cccp-Fedeli alla Linea di Ferretti, Zamboni e soci. Gara con "regole zero" o meglio, nessun vincitore finale ma un "soviet di artisti" scelti da ogni categoria e votati solo ed esclusivamente dalla giuria proletaria: questo è quanto hanno partorito le innovative e fresche meningi del Minculpop gianduiotto.
Parafrasando il Pietrangeli: "Compagni, dai campi e dalle officine/prendete la falce, settate il microfono/scendete giù in piazza, picchiate con quello...".

0 Comments:

Отправить комментарий

Links to this post:

Создать ссылку

<< Home

 
hits